Francesco Palazzo

Modalità per l’ammissione, costi, calendario e regolamento

Francesco Palazzo (Martina Franca 1969) ha studiato con Salvatore di Gesualdo. Si è diplomato brillantemente in Fisarmonica (primo in Italia) presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, completando la sua formazione attraverso studi umanistici, di Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro.
Menzione Speciale “S. Gubaidulina” all’ “Ibla Grand Prize” 2001 e 2002 ha ottenuto la possibilità di esibirsi in concerto svolgendo un’importante attività concertistica nelle principali città italiane e all’estero (Olanda, Germania, Polonia, Russia, Ucraina, Albania, Congo) per importanti associazioni concertistiche e rassegne musicali e in prestigiose sale ( New York – Lincoln Center , Alice Tully Hall, NY University, Museo di Storia Contemporanea e Ambasciata Generale di Mosca, National Philarmonic Kiev, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Villa Torlonia – Roma)
Ha condotto una personale ricerca tecnica ed espressiva, basata anche su confronto con, altri strumenti, che lo ha spinto a rifondare la sua tecnica esecutiva su basi nuove e a progettare e far costruire uno strumento da concerto più rispondente alle rinnovate esigenze artistiche.
Dal 1993 è docente di Fisarmonica presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari; parallelamente all’attività concertistica e di insegnante, svolge quella di revisore e compositore con svariate pubblicazioni di trascrizioni, adattamenti e proprie composizioni per fisarmonica oltre ad una importante opera di carattere didattico intitolata “Fondamenti di Tecnica Fisarmonicistica”, per la Berben edizioni musicali e per la Physa Ed. Musicali.
Ha inciso per la Sorriso Ed. Mus., Rugginenti e, come solista per la Phoenix Classics, un recital comprendente musiche di J. S. Bach, C. Franck, F. Lattuada, F. Alfano, L. Ferrari-Trecate, S. Calligaris, B. Bartolozzi e S. Gubaidulina e per Digressione Music. Con quest’ultima ha pubblicato “Movimento Perpetuo”, un lavoro discografico sulla letteratura originale di avanguardia per fisarmonica degli ultimi quarant’anni con musiche di Andriessen, Hosokawa, Lundquist, Palazzo, Gubaidulina, Tailleferre, Schmidt, di Gesualdo e “FOLKSONGS!”, Vol. 1 e Vol. 2 con il mezzosoprano Tiziana Portoghese e il Folksongs Ensemble .
In ambito cameristico e orchestrale sono da segnalare importanti collaborazioni con il “Tamborrino Ensemble”, lo “Xenia Ensemble”, Fondazione Adkins-Chiti “Donne in Musica”, l’orchestra “Musica Judaica” e il “Collegium Musicum”, con il quale ha eseguito, a fianco della violoncellista Elizabeth Wilson, l’opera “Sieben Worte” della compositrice russa Sofia Gubaidulina, per fisarmonica, violoncello e orchestra d’archi; l’Orchestra della Società dei Concerti di Bari, con la quale ha eseguito in prima assoluta nel 2008 il “Concerto per i popoli” per fisarmonica e orchestra, a lui dedicato dal compositore pugliese Luigi Morleo; il “Morley Mediterranean Quartet”, il “Duo Folksongs” con il mezzosoprano Tiziana Portoghese, il Duo “Palazzo Squillante”, con il mandolinista Mauro Squillante.
Nel 2005 ha esordito come compositore vincendo il primo premio all’Ottava Edizione del Concorso Internazionale di Composizione “Franco Evangelisti”, indetto dall’Associazione Nuova Consonanza, con “Movimento Perpetuo” – Studio da Concerto per fisarmonica, pubblicato a cura dell’Edizioni Suvini Zerboni.
Nel Luglio 2016 il Centro Studi Carlo D’Angiò di Scurcola Marsicana (AQ) gli ha insignito il Premio Internazionale Carlo D’Angiò per la sezione “Musica – Composizione”.
Le sue esecuzioni e composizioni sono state trasmesse da RadioTre, Radio Vaticana, Radio Classica Network e altre emittenti europee.
Nel Maggio 2011 al Teatro Petruzzelli di Bari ha eseguito, in prima esecuzione assoluta, un concerto per fisarmonica solista e orchestra, scritto per lui dal compositore Vito Palumbo.
Ha eseguito in prima europea il Concerto for Accordion op.75 di Paul Creston con l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari diretta dal M° Giovanni Rinaldi.
Nell’Aprile 2019 è stato invitato dal Museo della Fisarmonica di Stradella (PV) a tenere il concerto di inaugurazione per il restauro dello strumento storico “Organfisa33- Liturgica”, costruita nel 1943 dalla ditta Dallapè per Papa Pio X!!.
Ha fondato l’AFI, Associazione Fisarmonica Italiana, di cui è presidente, con il preciso intento di diffondere la cultura fisarmonicistica e la didattica di questo strumento, in particolar modo in età precoce.


“Francesco Palazzo e’ un musicista di grande razza, dotato di qualità espressive e tecniche perlomeno prodigiose; un elemento dunque, che fa assurgere la fisarmonica a cime artistiche insospettate.”
Aldo Ciccolini


“…arte comunicativa e raffinata, cura esemplare della dinamica, bellezza del suono, interpretazione semplicemente stupenda.”
Sergio Calligaris


“Tocco meditato e severo controllo di cavata.Un Bach fortemente ragionato, senza concessioni all’esteriorità, senza forzature di toni… se suonata così la fisarmonica diventa strumento “nobile”.
L’Arena


“Esecuzione tecnicamente impeccabile ed interpretazione a dir poco di grande intensità emotiva con la fisarmonica scolpisce note di cristallo.”
Il Corriere di Roma


“L’intensità della sua interpretazione e la sua padronanza tecnica non avrebbero potuto essere più lontane dallo stereotipo della fisarmonica…È stato quasi un concerto-lezione.”
Barisera


“Those at mass were able to hear Francesco Palazzo’s performance of Sofia Gubaidulina’s accordion work, De Profundis.
Mr. Palazzo brought out the inner intensity of the work, which though uncompromising in its harmonic language, communicated directly with a powerful dramatic integrity.” .
(J.D. Hixson , founder and Artistic Director of STUDIO for New Music -NY-)